Caproni, Futuro

Print pagePDF page

Giorgio Caproni, Futuro

 

Batte profondo un tamburo.
Sono arrivato al muro
che vien detto futuro?