Carducci, Mito e verità

Print pagePDF page

Giosuè Carducci, Rime nuove, Mito e verità

 

Narran le istorie e cantano i poeti,
Cui diva nunzia Clio meglio ammaestra,
Mirabil cosa che d’Artú la destra
Oprò ne i campi di Bretagna lieti.     4

Spinse ei l’antenna del ferir maestra,
E si ruppe a Mordrèc le due pareti
Del cuor, che i rai del sole irrequïeti
Risero per l’orribile finestra.     8

Meraviglia piú nova in me si vede:
Ché, strappando io la imagin bella e fiera
Dal mio cuore a cui viva ella si abbranca,     11

Il cuor mi strappo, e movo alacre il piede;
E per la piaga fumigante e nera
Ride il dispetto de l’anima franca.     14