Pascoli, X Agosto

San Lorenzo, io lo so perchè tanto
di stelle per l’aria tranquilla


read more

Cavalcanti, Biltà di donna

Biltà di donna e di saccente core
e cavalieri armati che sien genti…


read more

Manzoni, Marzo 1821

Soffermati sull’arida sponda,
Vòlti i guardi al varcato Ticino…


read more

Pascoli, La mia sera

Il giorno fu pieno di lampi;
ma ora verranno le stelle,
le tacite stelle…


read more

Pascoli, La voce

C’è una voce nella mia vita,
che avverto nel punto che muore:
voce stanca, voce smarrita,
col tremito del batticuore…


read more

D’Annunzio, Canto dell’ospite

O falce di luna calante
che brilli su l’acque deserte…


read more

Ungaretti, D’agosto

Avido lutto ronzante nei vivi…


read more

Montale, Meriggiare pallido e assorto

Meriggiare pallido e assorto
presso un rovente muro d’orto…


read more

Ungaretti, Il Taccuino del Vecchio 23

In questo secolo della pazienza
E di fretta angosciosa…


read more

Montale, I limoni

Ascoltami, i poeti laureati
si muovono soltanto fra le piante
dai nomi poco usati: bossi ligustri o acanti.


read more

Montale, Fine dell’infanzia

Rombando s’ingolfava
dentro l’arcuata ripa
un mare pulsante, sbarrato da solchi,
cresputo e fioccoso di spume.


read more