Il ritmo dell’endecasillabo

L’endecasillabo – il “superbissimum carmen” della nostra tradizione poetica – presenta una straordinaria varietà di soluzioni ritmiche: in esso i molteplici elementi che determinano il ritmo di un verso trovano il giusto spazio per estrinsecarsi in massimo grado e con sommo equilibro.


read more

Il dattilo e il ritmo dattilico

Un verso ha ritmo dattilico quando la sua struttura accentuativa è basata su sequenze di dattili, piedi costituiti da una sillaba tonica seguita da due sillabe atone.


read more

L’anapesto e il ritmo anapestico

Un verso ha ritmo anapestico quando la sua struttura accentuativa è basata su sequenze di anapesti, piedi costituiti da due sillabe atone seguite da una sillaba tonica.


read more

Il trocheo e il ritmo trocaico

Un verso ha ritmo trocaico quando la sua struttura accentuativa è basata su sequenze di trochei, piedi costituiti da una sillaba tonica seguita da una sillaba atona.


read more

Il giambo e il ritmo giambico

Un verso ha ritmo giambico quando la sua struttura accentuativa è basata su sequenze di giambi, piedi costituiti da una sillaba atona seguita da una sillaba tonica.


read more

Il ritmo nella poesia

Il ritmo è il succedersi ordinato e periodico nel tempo di forme di movimento contraddistinte da elementi riconoscibili e significativi.
In poesia è definito come la configurazione prosodica data dalla successione nel verso di sillabe toniche e sillabe atone.


read more