I versi italiani

Print pagePDF page

In base al numero delle sillabe possiamo distinguere tra versi parisillabi e versi imparisillabi.

Sono parisillabi:

  • il decasillabo;
  • l’ottonario;
  • il senario;
  • il quaternario;
  • il bisillabo.

Sono imparisillabi:

  • l’endecasillabo;
  • il novenario;
  • il settenario;
  • il quinario;
  • il ternario.

Il reale valore di questa distinzione sta nel fatto che la tradizione poetica non usa comporre insieme parisillabi e imparisillabi.

Oltre a questi versi il nostro canone conta cinque versi doppi, nei quali due versi di uguale misura sono composti in un’unità che è nettamente divisa in due emistichi da una cesura.

Sono versi doppi:

  • il doppio quinario;
  • il doppio senario;
  • il doppio settenario;
  • il doppio ottonario;
  • il doppio novenario.